Tra spiritualità e carnalità, l’artista glamour Cui Xiuwen.

By giovedì 20 Aprile 2017 0 No tags Permalink 0

E’ forse l’artista più glamour esposta a Flow. Arte contemporanea Italiana e Cinese in dialogo edizione 2017, Cui Xiuwen. Oltre ad essere una dei creativi più importanti del panorama dell’arte contemporanea cinese, è stata anche premiata dalla rivista Elle come donna più bella del 2003 e nel 2008 da Cosmopolitan come quella più elegante. La sua influenza va quindi al di là del campo dell’arte e la sua notorietà ben oltre ai confini del paese del Sol Levante.

Angel No.11, 2006, C print, Cui WiuwenAngel No.11, 2006, C print, Cui Wiuwen

Angel No.11, 2006, C print, Cui Wiuwen

Cui Xiuwen esplora l’animo umano attraverso sperimentazioni video, fotografie e dipinti. Per Flow. Arte contemporanea Italiana e Cinese in dialogo, espone, presso la Basilica Palladiana di Vicenza, un acrilico su tela dalle ragguardevole dimensioni di 180 cm per 280Bande verticali irregolari dei toni del nero, grigio e bianco. Un motivo geometrico, lontano dalla tradizione cinese, astratto. Reincarnation No.11, ci parla dell’avvenimento potenzialmente più spirituale e contemporaneamente carnale, quello della reincarnazione nel quale l’uomo supera la soglia della condizione umana per tornare in sé. E’ questo che Cui Xiuwen cerca nel suo lavoro, la spiritualità nella profondità dell’uomo, anche quando fotografa i suoi angeli ‘replicanti’ così puri e carnali allo stesso tempo.

Con disinvoltura l’artista cinese passa dai dipinti, alle foto ai video, senza che la sua opera perda mai quell’aura di riconoscibilità che la rende unica. Pochi, colori, pochi elementi, spesso replicati, atmosfere sospese, tutti i suoi lavori si trovano in una tensione costante tra l’astratto e il figurativo, così come la sua ricerca tra la spiritualità e la carnalità e la reincarnazione tra l’umano e l’oltre.

Existenstial Emptiness No.2, 2009, C print, Cui Xiuwen

Existenstial Emptiness No.2, 2009, C print, Cui Xiuwen

Alcune delle sue opere si trovano in importanti collezioni permanenti come quelle del National Art Museum in Cina, del Centre Pompidou a Parigi, del Valencia Museum of Modern art, dell’ Israel Museum e di alcune Fondazioni in Belgio, in Svizzera e negli Stati Uniti. Ha esposto con mostre personali da New York ad Atlanta e da Parigi a Los Angeles. I suoi lavori sono stati presentati in esibizioni collettive al Getty Center di Los Angeles, USA, a Palazzo Reale a Milano, al P.S.1 di New York, al Victoria and Albert Museum di Londra, alla Tate Modern di Londra e al Centre Pompidou a Parigi per citare solo i più importanti. Per conoscere la biografia completa vai alla pagina dell’artista>>>. In mostra a Flow.Arte contemporanea Italiana e Cinese in dialogo, presso la Basilica Palladiana di Vicenza fino al 7 Maggio.

 

0

No Comments Yet.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.