Arte in dialogo tra Italia e Cina. Tutti gli artisti di Flow, parte seconda.

By giovedì 2 Marzo 2017 0 No tags Permalink 0

Nella presentazione della prima parte degli artisti che parteciperanno alla mostra Flow. Arte contemporanea Italiana e Cinese in dialogo, visitabile in Basilica Palladiana a Vicenza dal 25 Marzo 2017, (per leggere l’articolo clicca qui) erano emersi alcuni dei fili che collegano la ricerca artistica contemporanea italiana a quella cinese. Nelle opere dei maestri si concretizza il dialogo tra passato e futuro delle due grandi culture Orientale e Occidentale entrambe intente a costruire la propria identità nel presente, sospese tra tradizione artigianale e innovazione tecnologica.

Ritorna il tema della natura già introdotto da Simone Crestani con Tensione Estetica, grazie a Ecoagorà di Piero Gilardi, un’ arena ecologica dove il visitatore è chiamato a intervenire e confrontarsi sull’emergenza ambientale. Con questa dialoga una grande tela di 14 metri in tecnica mista dell’artista cinese Shang Yang, la quale affronta il tema del degrado ambientale nella Cina degli ultimi anni mantenendo nella poetica un’eco della tradizione pittorica del suo paese, evocativa come il titolo dell’opera, Remnant Mountain (Quel che resta della montagna). Nelle parole ‘quel che resta dell’ambiente’ potrebbe riassumersi la ricerca di Dania Zanotto, la cui installazione presente in mostra, My Earth/My Heart, elogio alle Terre dei Fuochi, Nord- Sud andata e ritorno, denuncia la drammaticità del disastro ambientale dovuto ai rifiuti tossici e si pone in relazione con le pitture digitali di Bu Hua. Con la sua opera ci troviamo immersi, in compagnia di una scolaretta cinese, unico elemento umano e ‘terrestre’ del quadro, in mondi fantastici e lussureggianti sul punto però, se guardati con attenzione, di sfiorire e di marcire davanti ai nostri occhi distratti.

Anche Angelo Formica assembla mondi ma lo fa con raffinate opere di carta, appositamente per Flow preparerà un paravento tramite un collage di elementi della tradizione siciliana, tarocchi, pasticcini e santini. Tecnologia avanzata di taglio al laser su plexiglass e stampa UV è invece quella che utilizza Francesco Candeloro nella sua serie Città delle Città per restituire la percezione dello spazio urbano simultaneamente da più prospettive.

 I temi approfonditi nella prima panoramica degli artisti di Flow. Arte contemporanea Italiana e Cinese in dialogo come il dialogo tra passato e futuro e tradizione e tecnologia, restano quindi sullo sfondo anche nel lavoro di questi maestri che a loro volta concentrano la loro ricerca estetica sui temi che riguardano la sfera ambiente-mondo-natura. Da una parte denunciando l’urgenza del problema del degrado ambientale del mondo in cui viviamo, dall’altra parte creando con ironia, precisione e raffinatezza tecnica, mondi alternativi o alternative possibilità di percezione.

0

No Comments Yet.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.