Inaugurato FLOW. Il progetto d’arte contemporanea che unisce Italia e Cina passando per la Basilica Palladiana

Inaugurato giovedì 17 settembre FLOW, il progetto di arte contemporanea che mette in dialogo Italia e Cina passando dalla Basilica Palladiana di Vicenza. Intervengono il Vicesindaco Jacopo Bulgarini d’Elci, i curatori Maria Yvonne Pugliese e Peng Feng. Presenti nella numerosa platea che ha occupato il loggiato della Basilica prima di visitare la mostra, anche gli artisti Stefano Arienti, Zhang Fangbai, Iler Melioli, relatori al Flow Talk pomeridiano, Alberto Scodro, Tamara Repetto, Cristina Treppo, Elena Pugliese, Marcantonio Lunardi, Serse Roma, Dany Vescovi, il docente di Estetica Marcello Ghilardi del comitato scientifico della mostra, il traduttore dell’evento Livio Zanini e i presidenti dell’Istituto Confucio, partner della mostra.

Flow. Arte contemporanea Italiana e Cinese in dialogo. Basilica Palladiana, Vicenza, Jacopo Bulgarini d'Elci

Da destra il vicesindaco Jacopo Bulgarini d’Elci, la curatrice Maria Yvonne Pugliese, Marcello Ghilardi del comitato scientifico e il curatore cinese Peng Feng.

Ore 11.00 Si apre con l’anteprima per la stampa la lunga giornata inaugurale di FLOW. Arte contemporanea Italiana e Cinese in dialogo. Il Vicesindaco Jacopo Bulgarini d’Elci, i curatori Maria Yvonne Pugliese, Peng Feng e il ricercatore in estetica Marcello Ghilardi del comitato scientifico della mostra accompagnano i giornalisti lungo il percorso allestito nel salone della Basilica Palladiana, alla presenza del Consigliere Comunale Raffaele Colombara.

 

 

 

Flow Talk Flow. Arte contemporanea Italiana e Cinese in dialogo. Basilica Palladiana, Vicenza

Da sinistra Marcello Ghilardi, Iler Melioli, Zhang Fangbai, Peng Feng, Stefano Arienti

Inizia alle 15.30 la fase pomeridiana dedicata al Flow Talk, conversazione in Italiano e in Cinese tra curatori, filosofi e artisti della mostra. Posti su prenotazione, non ostante l’appuntamento si preannunciasse impegnativo, affrontati a livello filosofico i temi dell’arte, della tradizione e della comunicazione tra culture diverse, la sala è rimasta al completo dall’inizio alla fine. Presente, oltre al vicesindaco Bulgarini d’Elci, una significativa delegazione di docenti del Pigafetta, il liceo classico di Vicenza con il quale Flow ha aperto una collaborazione per avvicinare i ragazzi all’arte contemporanea. I relatori: i curatori Maria Yvonne Pugliese e Peng Feng, gli artisti, Stefano Arienti, Zhang Fangbai e Iler Melioli, il ricercatore di estetica Marcello Ghilardi. Traduzione consecutiva di Livio Zanini.

Arrivano le 18.30. Nel loggiato della Basilica Palladiana i curatori Maria Yvonne Pugliese, Peng Feng con il vicesindaco introducono ai 200 invitati presenti il progetto Flow. Non solo una mostra ma come dichiara il Vicesindaco Bulgarini d’Elci “un lavoro di ricerca, che pone al centro il confronto artistico, culturale, estetico, linguistico tra Cina e Italia. Con uno sguardo profondo, critico e interrogativo, cioè filosofico. Bello che come città partner del gigante orientale sia stata scelta Vicenza”. La giornata si conclude con la visita della mostra e un aperitivo finale.

Si apre al pubblico sabato 19/09/2015 alle ore 11.00. FLOW. Arte contemporanea Italiana e Cinese in dialogo, resterà allestita nel salone della Basilica Palladiana a Vicenza fino al 1° di novembre.

I curatori Maria Yvonne Pugliese e Peng Feng dimostrano come si modifica il tronco di carta opera di Li Hongbo

I curatori Maria Yvonne Pugliese e Peng Feng dimostrano come si modifica il tronco di carta opera di Li Hongbo

Flow_1709_Tony_Anna_Mingardi_050

3

No Comments Yet.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.