FLOW. La Basilica Palladiana di Vicenza all’insegna dell’arte contemporanea

E’ un gioco di parole quello che ci permette di introdurre la novità del giorno. Passo passo, pezzo dopo pezzo,  la mostra FLOW. Arte contemporanea Italiana e Cinese in dialogo sta prendendo forma. Oggi, tra gli ‘insights’, la collocazione dell’insegna della mostra sulla facciata della Basilica Palladiana che guarda verso Piazza dei Signori, per ricordarci  dell’appuntamento che abbiamo dal 19 settembre con l’arte contemporanea italiana e cinese. Ma guardando quella scritta, perfettamente incorniciata dalla serliana, il motivo architettonico antico dell’arco a tutto sesto affiancato da due aperture architravate, diffuso nel Rinascimento anche grazie alla reinterpretazione di Palladio, possiamo pensare a qualcosa di più. Possiamo pensare ad esempio a come nel nostro tempo arte classica e contemporanea riescano a convivere e dialogare, creando ancora qualcosa di nuovo. Possiamo ripercorrere velocemente con la memoria la strada che l’arte ha compiuto nei secoli per arrivare fino a noi e stupirci di quanto sia cambiata, di quante e diverse forme abbia assunto, quante tecniche, quanti linguaggi, dalla religiosa alla astratta, dalla concettuale alla land art, rimanendo sempre Arte. Se ci fermiamo a considerare il fatto di esporre l’arte contemporanea cinese in Italia, realizziamo che l’espressione artistica fa parte di tutte le culture e tramite essa i popoli più lontani tra loro formano e comunicano la propria identità. Proprio questo vuole essere FLOW, un momento di incontro tra diverse culture, tra diverse storie, un momento di confronto e conoscenza reciproca attraverso l’arte, un ponte tra oriente e occidente e tra passato e futuro. Senza dimenticare che l’importanza del confronto sta nel tentativo di comprendere chi ci sta di fronte ma, ascoltando bene, di conoscere qualcosa anche di noi. Alcuni di questi temi saranno proprio approfonditi nella tavola rotonda che precede la mostra tra curatori, filosofi e artisti dall’ Italia e dalla Cina. Chi non potrà essere presente al FlowTalk del 17 settembre, la partecipazione è solo su invito, potrà comunque seguire la registrazione della discussione prevista all’interno del percorso di visita alla mostra.

Approfondisci il progetto FLOW>>>

Visita la galleria degli artisti>>>

 

 

2

No Comments Yet.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.